L’allestimento della sala comprende tanti aspetti. Uno di quelli fondamentali è il tovagliato che scegli per apparecchiare.

Quello che vai a mettere sulle tue tavole trasmette al colpo d’occhio il livello e la tipologia di servizio del tuo locale.

Ma con tutti i tipi di tovagliato che si trovano in giro, come si fa a scegliere quello giusto?

Questa è un’ottima domanda, ed è per questo che abbiamo realizzato questa guida su come scegliere il tovagliato per il ristorante, ma anche birreria, pizzeria, pub e tanto altro.

Cosa devi considerare quando acquisti tovaglie e tovaglioli:

  • Il colore
  • Il design
  • I materiali
  • Qualità e durata
  • Il prezzo

Che tipo di locale hai?

Informale, elegante, intimo, fusion. Bisogna farsi un’idea prima di tutto dello stile degli arredi e degli allestimenti per poi portare attenzione su come apparecchiare la tavola.

Prima di tutto rispetta e valorizza la scelta degli arredi. Quanto più i tavoli sono belli e particolari tanto più conviene lasciarli in mostra e coprirli il meno possibile.

Se sono più comuni o addirittura un po’ datati allora hai motivo di usare una bella tovaglia. Il livello di raffinatezza e la quantità di elementi di cui hai bisogno dipendono molto dal livello del locale.

Tovaglia, coprimacchia, tovaglioli?

Se il tuo è il classico ristorante all’italiana l’apparecchiatura deve essere adeguata alle aspettative dei clienti. Lascia perdere lo stile minimal.

Coprimacchia e tovaglioli devono essere sempre presenti, così come una tavola fornita di tutto il necessario in ogni momento.

La tavola nuda invece va assai di moda in trattorie e bistrot e quello che conta in questo caso sono i dettagli. I piatti scompaiono il servizio avviene spesso su taglieri in legno o lavagna appoggiati su tovagliette e runner.

Il tavolo si riempie di cestini d’acciaio e barattoli in vetro. In questi contesti spopolano anche gli stili industriale e hipster con richiami al vintage.

Mentre una delle tendenze destinate a crescere è quella dei ristorante in stile fusion. Tutti questi ambienti hanno bisogno di dettagli, tra cui la scelta di un tovagliato che parli, da combinare in modo armonico con gli altri elementi della tavola.
In questi ambienti vanno per la maggiore tovagliette in carta, tovagliette riutilizzabili di design o runner in AirLaid.

Quasi mai ti consigliamo di mettere la tovaglia che potrebbe provocare un effetto stonato.

Attenzione ai colori

La regola base degli abbinamenti è che ogni colore sta bene con un suo simile e va d’accordo con il suo esatto opposto. La domanda da farti è: quale colore è predominante nel locale?

Bisogna partire da pareti e arredamento e coordinare il tutto. Ad esempio il legno chiama l’arancione e il verde acido. Un arredo scuro, sul nero vuole toni tenui come sabbia o all’opposto colori accesi che staccano come il rosso, il giallo, il fucsia. La tavola deve essere coordinata anche tra tovaglia, tovagliette e tovaglioli e il colore si deve basare sull’elemento principale.

Come ordinare le quantità

Quanti turni di servizio sono previsti nella tua attività?

Il tovagliato monouso è facile ed economico da sostituire per cui dovresti prevedere per scurezza almeno due cambi per ogni coperto per ogni turno (ragionando per eccesso). Questo vale soprattutto per tovaglie e tovagliette in carta.

Tutto ciò che acquisti in Spun TnT e Cas ha una resistenza molto più lunga per cui puoi rimanere anche su quantitativi più vicini al numero dei turni che fai.